Londra

La mia Londra. Consigli sparsi.

Un post del genere non sconvolgerà di certo nessuno: tante cose sono state dette, scritte, suonate e consigliate su Londra, ma non è mai abbastanza. Ero in procinto di pubblicare il mio bellissimo itinerario di 5 giorni, MA ho avuto l’infelice idea di chiudere l’articolo senza salvare. M 2Allora in questi casi, penso che io, alcuni drammi, in fondo me li merito. Tornando a noi, si parlava di Londra, la mia amata, bellissima, London, gioia e mamma del mio erasmus. E a dirla tutta, se dobbiamo essere onesti, Londra può essere tutto tranne che una mamma. Sì, ti accoglie a braccia aperte, ma poi ti dice “Bella mia, io ho tante cose a cui pensare, devi imparare a vedertela da sola.” E così è stato. Quando sai che è una vacanza, ti limiti solo a pubblicare “London Calling” su Facebook ed attendi, emozionata, di scoprire quali cere ci saranno al Madame Tussauds. A viverci, poi è tutta un’altra storia.

Lo pubblicherò il mio post itinerario, lo prometto, ma voglio solo evitare di inserire, nuovamente, la sezione dedicata ai consigli pratici. Motivo per cui, ve ne scrivo qualcuno. Così, in modo sparso:

  • Uno tra i cambi migliori lo trovate sicuramente da ELY’S (16 St George’s Rd, Wimbledon SW19 4DP), un centro commerciale che si trova a Wimbledon, a pochi passi dalla Tube Station. Salite sull’ultimo piano e, voilà, cambiate i vostri euro in sterline e dite pure “Uhhh, com’era giovane qui la Regina!”. Ebbene sì, lo abbiamo fatto tutti.
  • Una volta usciti dall’aereo, specialmente se siete atterrati a Stansted, mettete il turbo e diventate subito dei perfetti lord inglesi. Sguardo basso, faccino serio, passo svelto e convinzione a mille. Ah! Consiglio nel consiglio:
    • COMPRATE IL BIGLIETTO a/r (ad esempio per Stansted-Victoria e viceversa) con TERRAVISION (costo stimato 18€). Avere prima il biglietto servirà per prendere con maggiore facilità il coach che vi porterà in centro. Quindi, se siete a Stansted, giacché ci siamo, vi consiglio di seguire la massa e una volta giunti nella sala principale scendete al PIANO ZERO e andate verso la fermata coach N°13/14 (lo confermerà la signorina al desk del Terravision, ma solitamente sono questi i numeri giusti!)
  • Non disperate se non avete abbastanza soldi liquidi, a Londra OGNI COSA, ripeto, OGNI COSA si può pagare con la carta. Anche il posto per andarvene a quel paese. Intendo in Italia, ovviamente.
  • Se proprio ci tenete a passare da Harrods (87-135 Brompton Rd, London SW1X 7XL), DSC02996ricordatevi di farlo con pochi soldi addosso e dopo aver mangiato. Per imparare cos’è il marketing, una visita ai magazzini più famosi e discussi d’Inghilterra è più proficua di un master alla Bocconi. Provare per credere.

  • Il Fish&Chips più buono di sempre? Il sabato a Portobello Road. (https://fishhouse-nottinghill.com). Da buona, mi correggo, ottima forchetta quale sono, voi non dovete fare altro che credermi.  DSC01114
    • Da ghiotta lettrice di libri, negli anni non ho potuto fare a meno di leggere tutti i romanzi di Sherlock Holmes. Così, quando (ai tempi) mi trovai nella famosa Baker Street, andai alla ricerca del famoso civico 221B. Abbiate maggiore buon senso di chi vi scrive: non lo fate. DSC01381Lasciate le fantasie oniriche letterarie e Watson da parte. Risparmiate quei soldi per una birra a suon di jazz: vi porto in uno dei miei locali preferiti,  “The Archduke“: tavoli e sedie in legno, vino e jazz con successiva passeggiata lungo il Tamigi. Momenti che valgono tutto. Ps. Prenotazione consigliata.
       indirizzo 153 Concert Hall Approach, London SE1 8XU
      • freud-mapAmanti della psicologia, mi rivolgo a voi. Non mi dite che non avete messo nel vostro itinerario di viaggio la casa Museo di FREUD!?! Qui potete ammirare il famoso lettino e alcuni oggetti appartenuti ad Anna Freud.
        Ingresso 7€, salvo riduzioni per studenti, anziani, adulti con condizioni speciali. (20 Maresfield Gardens, Londra NW3 5SX). (fonte immagine www.freud.org.uk/)
  •  Considerando che se passate a farvi vedere  da “quello bravo” vi trovate sulla Northern Line, scendete qualche fermata più giù e fermatevi ad Highate, per visitare uno tra i cimiteri monumentali più belli di sempre. Fratello del Père Lachaise a Parigi, il cimitero a nord di Londra dove vi è sepolto Karl Marx, a mio avviso è una tappa obbligatoria. Vi sono altre tombe illustri che vorrei citare ma diciamo che vi lascio il piacere della scoperta. Vabbè dai, c’è anche Douglas Adams! Guida galattica per autostoppisti vi dice qualcosa? Ecco come raggiungere facilmente il luogo, evitando di essere investiti da una macchina: http://highgatecemetery.org/uploads/Highgate_Cemetery_Location_Map.pdf
  • Per quanto io sia un’amante dei musei (Victoria&Albert Museum, imperdibile!) e io ci abbia trascorso le ore dentro , per una volta, voglio deviare la mia proposta.DSC01257 Metropolitana di South Kensington, Exhibition Road, fermata obbligatoria: “Science Museum“.
    Quindi? Andateci di pomeriggio e rimanete fino a sera: qualcosa di interattivo conquisterà anche voi. L’ultima volta i visitatori sono stati trasformati in scarafaggi. (Ve lo giuro, questa foto è di mia proprietà e non è ritoccata!) Dopo di che, Silent Disco e aperitivo. No, dico, Silent Disco e aperitivo. In un museo. A Londra.
  • Se credete di essere persone molto smart, allora un prezioso consiglio che vi posso dare è: Save your money! Il biglietto giornaliero della metro verrà a costare un bel po’ se deciderete di optare per una viaggio di almeno 5 giorni. Come ovviare al problema? Prendete il biglietto per una zona di Londra (ad esempio la 3°) e spostatevi solo in bus, in tutte le zone che volete. Esatto, con un daily ticket potete muovervi ovunque. E’ semplice, basta avere dimestichezza con i display e con le app. E poi è più bello: Londra non si vede bene in fondo alla tube.tube
  • DSC01621Zona delicata: Canary Wharf nell’East End di Londra. Quartiere finanziario che ospita maestosi grattacieli, statue e sculture e.. i vostri futuri mariti! Età media 28 anni, camicia bianca, cappottino e 24 ore. Tanta, tanta scelta. Ideale nella pausa pranzo!
  • Ultimo consiglio pratico e veloce: prima di partire scaricate delle app utilissime e facili da usare: due per la tube (una mappa offline, l’altra per sapere quale metro nel weekend sarà chiusa), una per sapere quando passerà il bus che state aspettando (ATTENZIONE: due non vuol dire il bus arriverà in 2 minuti!) e l’altra per avere notizie, orari ed altre info sui treni. Per evitare di farvi scaricare un’app a contenuto ambiguo vi “screenshotto” il tutto.foto 

Che dire..? Sono sicura che qualcuno farà tesoro di almeno uno tra questi consigli pratici sparsi. Poi dipende da tante cose: se vi piace il jazz, per esempio. O se siete ancora single. BLIMEY!

Written By

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *